Il linguaggio del cane - Parte 2 - Valle della Mela
16468
single,single-post,postid-16468,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,wpb-js-composer js-comp-ver-4.5.1,vc_responsive
linguaggio-del-cane-parte_2_valle-della-mela

22 mar Il linguaggio del cane – Pt.2

La scorsa settimana avevamo cercato di capire e spiegare alcuni atteggiamenti e comportamenti tipici dei nostri pelosi. Questa settimana continuiamo sulla stessa strada, analizzando i segnali di stress e quelli di tranquillità che manifesta il nostro cane.

linguaggio-del-cane-posizioni-del-cane
 

FIGURA 1-3: MI SENTO STRESSATO

Lo stress è uno stato d’animo molto frequente nei pelosi e, il loro modo di manifestarlo, può essere, spesso, frainteso, motivo per cui tendiamo a non allontanarlo dalla causa dello stress aumentando, in tal modo, la sua ansia. E’ importante, invece, individuare cosa stressa il nostro cane e aiutarlo, in modo da evitare di creare problemi futuri. Tipicamente, un cane stressato ansima a bocca aperta e con la lingua fuori, mentre tiene le orecchie tutte all’indietro. Altri comuni segnali di stress possono essere lo strappare sistematicamente l’erba da terra o addirittura il mangiarla.
 

FIGURA 2: FELICE O ACCALDATO

Il cane che si trova in un contesto piacevole, manifesta la sua felicità annusando, ansimando e gironzolando qua e là con la lingua fuori.
 

FIGURA 4: VOGLIO GIOCARE

Il cane che vuole giocare e ci invita, magari a tirargli la pallina, con la lingua fuori e le orecchie all’indietro, solleva il posteriore e quasi facendo un inchino, scodinzola finché non acconsentiamo al gioco.
 

FIGURA 5: SUPER CONTENTO

Il cane super contento tende ad avere la coda alta e, scodinzolante, molleggia qua e là con fare rilassato.
 

FIGURA 6: SONO CURIOSO

Lo sguardo che più adoro dei nostri pelosi è proprio questo: testa piegata di lato, orecchie dritte e sguardo fisso sull’oggetto che lo incuriosisce.
 

FIGURA 7: AMICHEVOLE ED EDUCATO

Il cane amichevole e che non cerca problemi, tende ad avere le orecchie abbassate e la coda scodinzolante mentre, con la testa in alto, sarà pronto a concedervi delle leccatine in segno di non-aggressione. Questo comportamento, se ci facciamo caso, lo riscontriamo frequentemente nei cuccioli a contatto con un cane adulto, i quali lo tenteranno di leccare e baciare per dimostrargli che non cercano problemi e staranno al loro posto.
 

FIGURA 8: TI VOGLIO BENE

Questo comportamento è tipico nei cani che cercano la nostra attenzione, ad esempio quando rientriamo a casa dopo il lavoro. Si sollevano su due zampe e ci saltano addosso.

nessun commento

Pubblica un commento

Contattaci su WhatsApp 🐶